L'accumulo non conviene neanche senza scambio sul posto?

Accumulatori atti ad immagazzinare l'energia e renderla disponibile quando necessario, riducendo al minimo la dipendenza dalla rete elettrica.
Regole del forum
Parlare di un solo e singolo argomento per discussione, nella sezione più corretta e con un titolo chiaro e descrittivo, evitando i fuori tema | Evitare di citare tutto il testo di un precedente messaggio, ma lasciare solo il minimo indispensabile usando questo sistema | Utilizzare le unità di misura corrette, in particolare i kW per la potenza e i kWh per l'energia, di cui è spiegata la differenza qui | Leggere il regolamento completo che è visibile qui
VPP
★★★★ Esperto
Messaggi: 5945
Iscritto il: 31/01/2022, 14:21
Veicolo: Corsa-e

Re: L'accumulo non conviene neanche senza scambio sul posto?

Messaggio da VPP »

Enel X ti fa i conti per i loro impianti a pacchetto. Se prendi per esempio l'impianto "Enel X Edition" da 4 kW con e senza accumulo secondo i loro calcoli l'accumulo in 7 anni dovresti pagartelo.

Ma poi vai a vedere i dati con cui fanno i calcoli e vedi che usano la tariffa mercato tutelato di gennaio 2022 (oltre due anni fa), il CUSF del 2020 e il PUN medio del 2021. Praticamente si scelgono i valori in input ai calcoli per avere il risultato che garba a loro. Altri motivi non ne vedo visto che tutti i dati sono disponibili anche per periodi più recenti e soprattutto contemporanei e non sparsi nell'arco di tre anni.



Avatar utente
michele.tonetto
★★★ Intenditore
Messaggi: 816
Iscritto il: 20/08/2016, 8:35
Località: provincia di TREVISO
Veicolo: KONA xline ed AMPERA
Contatta:

Re: L'accumulo non conviene neanche senza scambio sul posto?

Messaggio da michele.tonetto »

Io ormai me lo sono messo da tempo, e dai miei conteggi me lo sono RIPAGATO (e mi RIPETO: me lo avevano quasi regalato, con forte sconto oltre al 50%, dato che avevo fatto credere che NON LO VOLEVO!!! - non sono mai riuscito a fare il 110% causa banchieri e politici inetti che l'hanno tolto ed ostacolato in modo ignobile ma sono OT) - quindi non capisco tutta questa acrimonia di molti che probabilmente si sono fatti abbindolare da PREVENTIVI assurdamente alti e non convenienti.
Buona vita!
Mito60 - Amperizzato e felice, con il fotovoltaico è meglio! (ex metanista soddisfatto ma con Honda ibrida a CH) e mi sono pure KONIZZATO.... IL FUTURO è ELETTRIZZANTE!4
ginorosi
★★★★ Esperto
Messaggi: 3707
Iscritto il: 31/03/2017, 8:55
Località: Fiorenza

Re: L'accumulo non conviene neanche senza scambio sul posto?

Messaggio da ginorosi »

Domanda per chi acdora continua a postare che se lo è ripagato senza nessun conto economico o senza contare dello SSP , se mettevate la pila senza FV ve lo ripagavate ?
perchè da alcuni interventi sembra che la pila produca energia.......
Renault Zoe ZE40 R110 - impianto FV da 3kW SSP dal 2010 - impianto 20kW RID dal 2011
pepo154
★★★★ Esperto
Messaggi: 6858
Iscritto il: 19/10/2019, 19:20
Località: Prov di Milano
Veicolo: Corsa-e MY21

Re: L'accumulo non conviene neanche senza scambio sul posto?

Messaggio da pepo154 »

Purtroppo il problema è discriminare da un risparmio effettivo e diretto ad un risparmio apparente.
I 2 casi sono:
- FV che produce e c'è un risparmio diretto in bolletta oppure vendita di energia
- FV che non produce quindi si acquista l'energia.
Tuttavia i calcoli si fanno su un anno solare e l'energia prodotta in eccesso serve, in parte, a recuperare l'energia comprata in altri momenti. Che si recuperi tanto o poco dipende dal dimensionamento e dal momento.

Se inseriamo l'accumulo in questo calcolo le cose si complicano moltissimo.
Il pensiero semplice sarebbe "uso di notte l'energia che di giorno ho accumulato" e fin qui è il caso ideale ma per fare questo:
- si anticipano tanti soldi che andrebbero recuperati e a botte di qualche euro al giorno ci vuole parecchio tempo.
- in inverno l'accumulo è costantemente scarico quindi ci si giocano mesi di mancato recupero
- il recupero viene eroso dal fatto che non immettendo questa energia non c'è remunerazione che ritorna indietro
- l'accumulo ha un effetticienza, anzi inefficienza, non trascurabile che fa perdere parecchio tra la fase di accumulo e la fase di rilascio (una doppia conversione).
- i pannelli sono "eterni", l'accumulo si degrada. Di quanto non si sa ma comunque perderà efficienza.

Tuttavia nonostante tutti questi punti quando mi trovo a parlare con amici/conoscenti/parenti/colleghi faccio molta fatica a fargli capire questo concetto.
Allora prendo la bolletta, e leggo mettiamo, 80 euro al mese di media (faccio finta) che è la media italiana.
Dico di questi 80 euro con il fotovoltaico puoi ridurre anche della metà se sei bravo o di un terzo, quindi un 200/400 euro annuali.
Di questi magari te le ritornano indietro altri 300 euro? Facciamo finta di si.
Ok siamo passati a ridurre una bolletta da 900 euro annuali a 200/300 residui ma anche 400 euro che sono in pratica le tasse che si pagano sempre.
L'accumulo quanto potrà mai incidere in questo frangente? Di 100 euro? 200 euro ulteriori? Significa metterci più di 10 anni per recuperarlo mediamente. La bolletta da 50/60 euro quando scenderà? Altri 10 euro? (parlo di media sull'anno, alcuni mesi si spende solo le tasse).
E' questo il punto, molti credono che la bolletta vada a zero, ma per quanto possa abbassarsi non andrà mai a zero perché ci sono tasse incomprimibili.
Al più ci possono essere mesi di remunerazione maggiore che addirittura permette di coprire il costo del consumo annuale oppure, in ottica anche di solo RID futuro, sovradimensionando l'impianto FV in modo da coprire il costo totale dell'elettricità. Con più pannelli si riesce ad avere una casa a "zero bollette", con gli stessi soldi mettendo l'accumulo anziché di più pannelli si allontana solo il punto di pareggio.
Quindi consiglio sempre: se proprio vuoi spendere questi soldi sovradimensionati l'impianto, tanto i consumi andranno a salire in ottica di elettrificazione.
Corsa-e Orange Immagine - Kia e-Niro 64 kWh Gravity Blue Immagine - e-Up White Immagine - Indice tratte autostradali coperte da Free To X

Rispondi

Torna a “Batterie di Accumulo”