Primo giro in enduro da 180 km con elettrica Zero FX 2018

La Zero FX monta un telaio derivato dai modelli fuoristrada ed è dotata della tecnologia Z-Force® più all'avanguardia.
Avatar utente
marco
Amministratore
Messaggi: 10622
Iscritto il: 29/12/2015, 13:41
Località: Reggio Emilia
Veicolo: Nissan Leaf
Contatta:

Primo giro in enduro da 180 km con elettrica Zero FX 2018

Messaggioda marco » 22/03/2019, 10:28

Ieri abbiamo fatto il primo giro con la enduro elettrica Zero FX 2018 preparata da fuoristrada, questa > preparazione-enduro-elettrica-zero-fx-per-il-fuoristrada-t5078.html

Siamo partiti da Reggio Emilia a metà mattina, io insieme ad un amico con KTM 250 4t ed un altro con Beta 300 2t, per arrivare a pranzare al ristorante Andrella ubicato nella frazione di Lugolo di Ramiseto, sull'appennino Reggiano a metà strada fra Reggio Emilia e La Spezia.

casa-andrella.jpg
casa-andrella.jpg (223.35 KiB) Visto 1246 volte


Mi ero assicurato preventivamente che il ristorante mi potesse fornire la ricarica durante il pranzo, per cui è stato sufficiente un rabbocco di un'oretta a metà strada per arrivare agevolmente al ristorante, dove ho fatto il pieno durante il pranzo (la moto non si vede molto bene, ma è sotto il portico in ricarica)

2019-03-21-13h59m37.jpg
2019-03-21-13h59m37.jpg (435.38 KiB) Visto 1246 volte


Al rientro c'è mancato poco di poter arrivare a casa tutto d'un fiato, ma volendo fare più fuoristrada possibile ho preferito fare un veloce rabbocco in un benzinaio a 15 km da casa, così da completare anche l'utimo pezzo, in fuoristrada in notturna.

+2019-03-21-20h17m45.jpg
+2019-03-21-20h17m45.jpg (331.21 KiB) Visto 1246 volte


Qualche impressione osservazione rispetto al precedente modello 2015:
- il 2018 ovviamente ha più autonomia, circa un 30% in più
- anche impostando il freno motore massimo da app, frena comunque meno della 2015 quando si chiude l'acceleratore: questo obbliga a dover frenare di più con il piede ma pare che nello scorrrevole aumenti uteriormente l'autonomia, anche fino al 50% rispetto alla vecchia (quindi un 20% oltre la maggiore capacità della batteria)
- a parità di caricatore da 16 A, sembra che si riesca ad imbarcare energia più velocemente, appunto perché la fase finale lenta è una parte più piccola rispetto al totale
- ho dovuto smollare la compressione delle forcelle di due click e stringere l'estensiona di una: il mono invece l'ho smollato in entrambe le regolazioni perché era veramente un'ascia di legno e così facendo la guida è migliorata molto. Devo comunque ancora affinare del tutto, probabilmente smollando ancora la compressione del mono ed indurendo appena il rilascio (regolazioni che sul mono si fanno a mano libera, mentre sulle forcelle ci vuole un cacciavitino a taglio)
- il passo così facendo è migliorato molto, ma non può essere all'altezza delle moto tradizionali sullo sterrato, e più la strada è dissestata e più la differenza si nota: questo più che per un problema di ciclistica, è dovuto al bilanciamento dei pesi dell'elettrica molto spostato sull'avantreno che porta a maggiori difficoltà nel saltare l'ostacolo imprevisto. Comunque una volta imparato il proprio passo ed adattato lo stile di guida, la moto è molto divertente, piacevole e poco stancante.
- rispetto all'altra moto FX 2015, qui ho tenuto il freno a pedale che rende la guida più sicura e rilassata: il top sarebbe avere anche il freno a manubrio insieme a quello a pedale, implementazione che forse farò in futuro

Per il momento è tutto: esperienza comunque più che positiva ed arrivato come primo giro a ricaricare nella zona più montagnosa e lontana da casa mai esplorata finora in elettrico (escludendo il giro al passo del Cerreto dell'anno scorso, che però avevo fatto interamente su asfalto > una-moto-elettrica-zero-fx-al-passo-del-cerreto-t2616.html )


Nissan Leaf 24 kWh > Zero FX 7,2 kWh + Zero FX 5,7 kWh > Ninebot One E+ 320 Wh > FV 4,32 kWp


LucaAmicone
Messaggi: 51
Iscritto il: 30/07/2018, 11:51
Località: Roma

Re: Primo giro in enduro da 180 km con elettrica Zero FX 2018

Messaggioda LucaAmicone » 29/03/2019, 8:02

Plaudo :-) Confermo che il mono (sulla mia 2019) fosse una tavola da surf, ma ho dovuto smollarlo praticamente tutto per non avere dolorosi contraccolpi alla mia schiena :-(
--
Luca Amicone


Torna a “Zero FX”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti